Live Chat Contatti Dove Siamo Eventi Formazione

Diritto del Lavoro

Titolo: Diritto del Lavoro
Codice SSD:  IUS/07
Crediti Formativi Universitari (CFU): 10
Costo: € 200 (con rilascio CFU) o € 100 (senza CFU)
Docente: Valerio Maio
Tutor: Emanuela Fiata

CONTENUTI
PARTE I – CONTRATTO E RAPPORTO DI LAVORO
1. Origini del diritto del lavoro e funzione del diritto del lavoro. 2. L’ambito di applicazione del diritto del lavoro. 3. Il lavoro nelle pubbliche amministrazioni. 4. Le fonti del diritto del lavoro. 5. I principi costituzionali del diritto del lavoro. 6. l lavoro subordinato. 7. Il lavoro autonomo e il lavoro parasubordinato. 8. Il lavoro accessorio. 9. Rapporti di lavoro speciali. 10. Il lavoro a tempo determinato. 11. La somministrazione di lavoro. 12. Il lavoro a tempo parziale. 13. Il lavoro intermittente e ripartito. 14. I rapporti con finalità formative: l’apprendistato, i tirocini formativi o stages. 15. I rapporti associativi e il lavoro in cooperativa. 16. Il lavoro gratuito e il lavoro familiare. 17. Il lavoro a domicilio e il telelavoro. 18. Il lavoro giornalistico. 19. Prestatore di lavoro subordinato e datore di lavoro. 20. Elementi essenziali del contratto di lavoro subordinato: l’accordo, la causa, l’oggetto del contratto di lavoro, la forma. 21. Elementi accidentali: il patto di prova, il patto di non concorrenza, il termine. 22. L’incontro fra domanda e offerta di lavoro. 23. Categorie protette ed assunzioni obbligatorie. 24. Il potere direttivo e il suo fondamento. 25. Mansioni e jus variandi dopo il cd. Jobs act. 26. Le modifiche del luogo di adempimento dell’obbligazione di lavorare. 27. Il potere di vigilanza e di controllo dopo il cd. Jobs act. 28. Il potere disciplinare. 29. Il procedimento disciplinare. 30. Le sanzioni disciplinari. 31. Il diritto al lavoro e l’obbligazione di lavorare. 32. Retribuzione e sue funzioni. 33. La determinazione giudiziale dell’equa retribuzione. 34. Forme e modi della retribuzione. 35. La distribuzione di azioni ai lavoratori e la partecipazione alla gestione dell’impresa. 36. Struttura e caratteristiche della retribuzione. 37. La durata dell’orario di lavoro ed il cd. orario multiperiodale. 38. Il lavoro straordinario. 39. Pause, riposi, festività, ferie. 40. Il lavoro notturno. 41. La tutela della sicurezza del lavoratore. 42. La speciale tutela del lavoro delle donne e dei minori. 43. Pari opportunità, azioni positive e tecniche di contrasto alle discriminazioni. 44. Tutela della salute, libertà e dignità della persona che lavora. 45.Tutela della libertà di opinione e diritto di critica del lavoratore.
46. Tutela della sfera non patrimoniale del lavoratore: danno biologico, esistenziale, morale, mobbing. 47. Tutela della privacy del lavoratore. 48. Tutela delle opere dell’ingegno del lavoratore. 49.La sospensione del rapporto di lavoro. 50. Malattia o infortunio. 51. Congedi di maternità, paternità, parentali e matrimoniale, ovvero nell’interesse all’elevazione culturale e professionale. 52. Il servizio militare, adempimento di funzioni pubbliche elettive o di cariche sindacali. 53. La disciplina del trasferimento d’azienda. 54. La disciplina speciale per il trasferimento d’azienda in crisi. 55. Esternalizzazioni e appalto: la responsabilità solidale di committente e appaltatore. 56. La cassa integrazione guadagni dopo il cd.Jobs act. 57. Il negozio di licenziamento. 58. Il preavviso e la relativa indennità. 59. L’evoluzione della disciplina dei licenziamenti individuali ed il licenziamento nel lavoro cd. a tutele crescenti. 60. Il giustificato motivo soggettivo e la giusta causa. 61. Il giustificato motivo oggettivo. 62. Forma e procedura del licenziamento. 63. Tutele in caso di licenziamento: tutela obbligatoria e tutele reintegratorie. 64. La libera recedibilità. 65. Le dimissioni e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. 66. Il licenziamento collettivo nella legge n. 223 del 1991. 67. La procedimentalizzazione del licenziamento collettivo. 68. I criteri di scelta. 69. Vizi procedurali, efficacia dell’accordo sindacale e regime sanzionatorio dopo il cd. Jobs act. 70. Mobilità e tutela del reddito. 71. Dall’indennità di anzianità al trattamento di fine rapporto. 72. Disciplina e regime delle anticipazioni. 73. L’indennità in caso di morte. 74. Il Fondo di garanzia. 75 Inderogabilità e nullità di protezione nel diritto del lavoro. 76. La invalidità delle rinunzie e transazioni del lavoratore. 77. La derogabilità veicolata dalla contrattazione collettiva e l’art. 8 del d.l. n. 138 del 2011 convertito dalla legge n. 148 del 2011. 78. La certificazione dei contratti di lavoro. 79.La prescrizione dei diritti del lavoratore. 80. La decadenza nel diritto del lavoro. 81. La speciale tutela dei crediti di lavoro
PARTE II – DIRITTO SINDACALE
1. La nozione di diritto sindacale e l’origine del sindacato. 2. L’azione sindacale nel periodo pre-corporativo e nell’ordinamento corporativo. 3. Il sindacato nella Costituzione repubblicana. 4.La libertà sindacale e la mancata attuazione dell’art. 39 Cost. 5. La teoria dell’interesse collettivo dei lavoratori. 6. L’organizzazione sindacale di tipo
associativo e di tipo istituzionale. 7. RSA e RSU. 8. L’attività e i diritti sindacali nei luoghi di lavoro. 9. L’informazione e consultazione sindacale: i CAE e le SE; 10. La repressione della condotta antisindacale. 11. La partecipazione del sindacato alla funzione pubblica e la concertazione. 12. Rappresentanza e rappresentatività del sindacato: dai sindacati maggiormente rappresentativi al sindacato comparativamente più rappresentativo. 13.La crisi della nozione di maggiore rappresentatività e l’evoluzione della rappresentanza sindacale aziendale. 14. La libertà sindacale ed il contratto collettivo nel pubblico impiego. 15. L’organizzazione sindacale delle pubbliche amministrazioni e la rappresentatività dei sindacati dei pubblici dipendenti. 16. Il contratto collettivo post-corporativo detto di «diritto comune». 17. L’inderogabilità del contratto collettivo. 18. L’efficacia soggettiva del contratto collettivo. 19. Nuove funzioni del contratto collettivo: i contratti collettivi «delegati» o «regolamento» e il contratto collettivo di diritto comune nel sistema delle fonti. 20. L’interpretazione dei contratti collettivi e la soluzione delle questioni relative alla loro validità ed efficacia. 21. L’autoriforma delle relazioni sindacali:
le regole sulla stipulazione del contratto nazionale e aziendale. 22. Rapporti tra contratti di diverso livello e art. 8 del d.l. n. 138 del 2011. 23. Libertà e diritto di sciopero. 24. Proclamazione e struttura del diritto di sciopero: la titolarità. 25. Sciopero a fini contrattuali, sciopero politico, sciopero di solidarietà. 26. I limiti di esercizio del diritto di
sciopero. 27. Crumiraggio. 28. Forme di lotta sindacale diverse dallo sciopero. 29. L’autoregolamentazione del diritto di sciopero. 30. Lo sciopero nei servizi pubblici essenziali. 31 La serrata.
PARTE III – DIRITTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE
La riforma delle pensioni
TESTI CONSIGLIATI
M. PERSIANI, S. LIEBMAN, M. MARAZZA, M. MARTONE, M. DEL  CONTE, P. FERRARI, V.MAIO,
Fondamenti di diritto del lavoro, Cedam, Padova, 2015
M. PERSIANI, Diritto sindacale, Cedam, Padova, 2015
V. MAIO, Paper sulla Riforma delle pensioni, disponibile sulla pagina web della materia

I corsi di Ancitel Training

AnciteLive

Ancitel

Giornale dei Comuni

Comuniverso

Polizie Locali