dicembre, 2019

31dic0:000:00DEFINIZIONE AGEVOLATA CARICHI TRIBUTARI E SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE CODICE DELLA STRADA[31 dicembre – termine convenzionale – entro il termine fissato per la deliberazione del bilancio di previsione]

Ancora

Dettagli evento

Deliberazione (discrezionale) adottata dal Consiglio di enti locali che effettuano la riscossione coattiva dei crediti direttamente o attraverso proprie società in house ovvero soggetti privati abilitati tramite ingiunzioni di pagamento, avente ad oggetto la definizione agevolata dei carichi tributari e/o delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni al codice della strada non riscossi a seguito di provvedimenti di ingiunzioni fiscali emanati dal 2001 al 2017. Entro trenta giorni dall’adozione la deliberazione deve essere pubblicata sul sito internet istituzionale.


Normativa di riferimento:

art. 6-ter, D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito dalla

Legge 1° dicembre 2016, n. 225


Adempimento: precetti legislativi

Il provvedimento consiliare di solito dipana tematiche come:

1) il numero di rate e la relativa scadenza, che non può superare il 30 settembre,

2) le regole con cui il debitore esplicita la volontà di avvalersi della definizione agevolata,

3) i termini per la consegna dell’istanza attraverso cui il debitore indica il numero di rate con le quali intende effettuare il pagamento, nonché l’eventuale pendenza di giudizi aventi ad oggetto i debiti cui si riferisce l’istanza stessa, assumendo l’impegno a rinunciare agli stessi giudizi;

4) il termine entro il quale il Comune o il Concessionario della riscossione invia ai debitori la comunicazione nella la quale sono espressi l’ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione agevolata, quello delle singole rate e la scadenza delle stesse.


Attività richiesta al Revisore:

Parere sulla proposta di deliberazione consiliare

X