Live Chat Contatti Dove Siamo Eventi Formazione

ISTATEL

ISTATEL è il Servizio di acquisizione dati dai Comuni sulla dinamica demografica, per via telematica.

Il servizio è riservato ai funzionari comunali delegati, come responsabili dell’invio dei dati, dotati di password abilitata all’accesso.

Il servizio telematico ISTATEL consente ai Comuni di inviare a ISTAT, in modalità telematica tramite il centro servizi Ancitel, i dati statistici sulla dinamica demografica, rilevati abitualmente sui modelli cartacei Istat.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

Descrizione del servizio

Il servizio ISTATEL consiste nella possibilità di invio per via telematica dei dati relativi alla dinamica demografica, oggi raccolti e inoltrati alle Prefetture e, quindi, all’ISTAT attraverso i moduli cartacei D7.A e D7.B di sintesi mensile, nonchè dei microdati riportati sui modelli P4, D3, D4, D4 bis, D5, D5 bis e APR/4.

Per ulteriori informazioni o specifica assistenza, i funzionari comunali delegati all’uso del servizio ISTATEL, possono rivolgersi a:

  • Uffici Regionali ISTAT per chiarimenti sugli adempimenti e altre domande
  • Centro Servizi Ancitel, solo per i problemi di tipo tecnologico

Per acquisire ulteriori informazioni sul servizio utilizza la pagina Contatti di Ancitel inserendo nell’oggetto ISTATEL.

MODALITA’ DI UTILIZZO

Modalità di utilizzo di Istatel e relative reti di trasmissione 

L’invio può essere effettuato inserendo i dati direttamente da terminale Web (ISTATEL-WEB) oppure tramite procedure automatiche con l’utilizzo del programma ISI-ISTATEL o altre procedure software ed uso del programma PC/CSA.

I Comuni che non intendono automatizzare, o fino a quando non abbiano automatizzato, il processo di produzione dell’informazione statistica, possono utilizzare ISTATEL digitando i dati, preventivamente calcolati, direttamente sul Browser (Internet Explorer o Netscape), istallato sul personal computer dell’Ufficio Statistico collegato in rete via internet.

I Comuni, invece che hanno sviluppato apposite procedure per ricavare automaticamente le informazioni statistiche dagli archivi di Stato Civile e di Anagrafe, possono trasmettere i dati secondo i formati records predisposti per tale evenienza.

In questo caso l’ISTAT, tramite Ancitel, mette a disposizione gratuita il software PC/CSA per la comunicazione computer-to-computer con il Centro Servizi Ancitel. Anche in questo caso la rete di trasmissione dati utilizzabile è INTERNET con lo standard TCP/IP.

Dal Giugno del 2002 inoltre, l’ISTAT ha distribuito gratuitamente a tutti i comuni d’Italia il software ISI-ISTATEL, il quale permette la gestione locale dei dati dei modelli da inviare, la produzione dei relativi tracciati record e l’invio di questi ultimi in modalità automatica. Per maggiori informazioni sul software ISI-ISTATEL, nonché per gli aggiornamenti dello stesso, è possibile consultare la sezione Documentazione.

Il contratto per l’utilizzo della rete internet deve essere sottoscritto dallo stesso Comune con il gestore prescelto. I relativi canoni ed i consumi derivanti sono a carico del Comune.

FUNZIONALITA’

Funzioni del servizio

In questa pagina sono descritte le funzionalità del servizio ISTATEL, limitatamente al caso della digitazione manuale dei dati su browser.

I Comuni, infatti, che utilizzeranno la modalità interamente automatizzata, troveranno le istruzioni tecniche di dettaglio nel package che accompagna il software PC/CSA. Analogamente il software ISI-ISTATEL è corredato da un manuale di istruzione all’uso.

I codici e le password di accesso al sistema sono validi indipendetemente dalla modalità di utilizzo.

Sarà opportuno che il responsabile dell’invio dei dati e dell’attivazione, quindi, di ISTATEL, si faccia assistere nelle fasi più tecniche di avvio del servizio, dal responsabile dell’informatica nel Comune. In ogni caso è sempre possibile rivolgersi al servizio assistenza assicurato da Ancitel.

Identificazione dei responsabili

La prima funzionalità che viene presentata dal servizio è quella relativa all’identificazione del funzionario responsabile dell’invio dei dati statistici.

In questa prima pagina debbono essere inseriti il codice e la password segreta che identificano il funzionario del Comune responsabile dell’invio dei dati della statistica demografica abilitato ad operare a seguito di delega del Sindaco.

Scelta della funzione

Dopo l’identificazione del responsabile il sistema, attraverso un comodo sistema di menù, permette l’accesso alle singole funzioni semplicemente “cliccando” sulla voce di menù desiderata.
Si segnala che la funzione di invio dati è consentita solo ai Comuni abilitati.

Scelta dati da inviare

Accedendo alla funzione di invio dati il Comune può scegliere quali dati inviare selezionando il relativo modello ISTAT.

L’operatore può pertanto scegliere il numero corrispondente al modello da digitare sia per i dati di sintesi che per i microdati.

Per ogni modello di rilevazione statistica della Dinamica Demografica (D7.A, D7.B, P4 ecc..) sono predisposte le relative schede in cui sono riportati i campi nei quali vanno inseriti i dati che vengono normalmente riportati nei corrispondenti spazi dei modelli cartacei.

Invio dati di sintesi

I dati di sintesi mensile di un determinato mese (modelli D7.A e D7.B) possono essere immessi nel sistema a partire dal primo giorno del mese successivo.

A seconda del modello scelto viene presentata scheda su cui immettere i dati statistici.

I campi di totalizzazione sono normalmente da non digitare in quanto vengono ricavati dal sistema informatico (i totali intermedi di tipo verticale vanno invece digitati onde recuperare eventuali errori di digitazione dei dati di dettaglio che determinano i totali intermedi).

Dopo aver digitato tutti i dati previsti nel modello scelto va premuto il tasto INVIO per fare accettare dal sistema l’intero set di dati immessi. Esso effettua un controllo formale dei dati inviati e fornisce, al Comune, la data, l’ora e il numero di protocollo ISTATEL che è stato assegnato al documento telematico appena accettato

Il Comune ha così la certezza che la trasmissione dei dati ha avuto esito positivo e può, registrando il numero di protocollo e la data di accettazione, avere una ricevuta dell’invio effettuato.

Invio microdati

I dati contenuti nei modelli relativi ai Microdati (P4, D3, ecc…APR/4) possono essere inviati al sistema nel momento in cui il relativo evento (nascita, decesso, matrimonio, trasferimento di residenza) viene registrato negli archivi del Comune. I dati sono pertanto relativi ad eventi registrati nel mese in corso.
Per ogni modello sono state predisposte le schede per contenere tutti i dati previsti nel modello stesso. All’atto dell’invio ogni documento telematico inviato viene controllato e, se accettato, protocollato con una numero di protocollo ISTATEL che il Comune può registrare per avere un riferimento certo dell’avvenuto invio dei relativi dati.

Ulteriori funzioni

Oltre alla funzione di invio dei dati illustrata brevemente più sopra sono state predisposte ulteriori funzionalità come si può rilevare dalla mappa di scelta delle funzioni possibili.

Controllo dati immessi: consente agli uffici delle Prefetture e agli Uffici Regionali ISTAT di verificare se un Comune ha immesso i dati statistici nel sistema. Il Comune può verificare la presenza dei propri dati anche se immessi in modalità automatica dal proprio computer.

Lista Comuni attivi: consente agli uffici delle Prefetture e agli Uffici Regionali ISTAT di verificare quali Comuni delle rispettive province o regioni sono abilitati e hanno inserito i dati nel sistema.

Soluzioni Ancitel sul tema “Anagrafe ed elettorale”

AnciteLive

Ancitel

Giornale dei Comuni

Comuniverso

Polizie Locali