Live Chat Contatti Dove Siamo Eventi Formazione

Bilancio Consolidato

Ancitel ha elaborato una soluzione integrata e modulare di supporto agli enti locali per la predisposizione del bilancio consolidato in applicazione dei principi contabili stabiliti dalla normativa.
La soluzione Bilancio Consolidato si basa su una piattaforma software erogata in Cloud che consente all’Ente di disporre di un gestionale del processo di produzione del bilancio che è al contempo:
  • uno strumento di collaborazione tra i soggetti coinvolti;
  • uno strumento di supervisione e monitoraggio sulle società partecipate;
  • un repository documentale per l’archiviazione di allegati.
La piattaforma include la documentazione e i manuali necessari per consentire a tutti gli utenti un agevole utilizzo delle funzionalità del servizio.
La soluzione, secondo i fabbisogni dell’Ente, si completa con l’offerta di ulteriori moduli aggiuntivi:
  • modulo learning, per la formazione degli operatori del Comune;
  • modulo consulting, per l’erogazione di consulenza on site.

COME ADERIRE

Per acquisire ulteriori informazioni sul servizio utilizza la pagina Contatti di Ancitel inserendo nell’oggetto Bilancio Consolidato.

TARIFFE PER I COMUNI

BILANCIO CONSOLIDATO è un servizio acquistabile attraverso il mercato elettronico della PA (www.acquistiinretepa.it).
Le amministrazioni interessate al Servizio possono richiedere un’offerta attraverso il modulo di contatto.

VALIDITA’ DEL LISTINO PER ENTI SOVRAORDINATI

Nel caso di adesioni da parte di Unioni di Comuni, Comunità Montane o Consorzi, tali Enti sono di prassi equiparati al Comune più piccolo tra quelli associati. Tuttavia, se l’Ente in questione aderisce in nome e per conto dei Comuni associati (o parte di essi), agli aderenti si applica una riduzione percentuale dei prezzi di listino compresa tra il 10% e il 30% in relazione al numero complessivo di Enti aderenti.

Alla ricezione dell’offerta, l’Ente può effettuare l’acquisto direttamente sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), ai sensi della normativa vigente, accedendo al codice MePA che verrà comunicato nell’offerta.

Le regole di attivazione del Servizio sono contenute nella Commissione di Adesione che l’Ente dovrà compilare e sottoscrivere in originale, unitamente all’informativa ai sensi dell’art. 13 del D.lgs. n. 196/2003, e inviare ad Ancitel S.p.A. secondo una delle seguenti modalità:

  1. in allegato all’ordine diretto di acquisto (OdA) nel caso di ricorso al Mercato Elettronico PA;
  2. a mezzo PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo ancitelspa@pec.ancitel.it

FUNZIONALITA’

La piattaforma tecnologica gestisce l’intero processo di predisposizione del bilancio consolidato, secondo i seguenti passaggi:

1.   Avviamento alla produzione del consolidato
Coinvolge le società partecipate invitandole via software e definisce le finestre temporali per l’inserimento dei dati, la riconciliazione degli stessi e la produzione dell’aggregato.

Dopo aver effettuato il login con le credenziali comunicate in fase di attivazione del Servizio, L’Ente capofila provvede all’inserimento delle società partecipate/controllate coinvolte.
Per ognuna di esse, l’Ente capofila potrà inserire l’anagrafica, la percentuale di partecipazione (che può anche essere diversa di anno in anno), l’anno di acquisizione e il valore di carico (quanto la controllante diretta ha pagato la partecipata).

Verrà quindi presentata all’Ente capofila una schermata con le voci da compilare per procedere alla realizzazione dell’aggregato. Affinché quest’ultimo sia completo anche le società partecipate/controllate devono provvedere alla compilazione delle rispettive voci del bilancio.
 
2.   Raccolta dati
Ciascuna società controllata o partecipata, oltre allo stesso Ente capogruppo, inseriscono i propri dati di bilancio nelle apposite form.
L’aggregato viene calcolato distinguendo in base alla percentuale di partecipazione dell’Ente capogruppo (maggiore o inferiore al 50%.
In base ai valori inseriti nei vari campi del bilancio, vengono riportati i “dare” e “avere” tra le società del gruppo. Tali voci saranno comunque editabili per permettere all’Ente capogruppo di poterle modificare.
Sarà possibile in ogni momento salvare l’operato e chiudere l’applicazione per procedere in un secondo momento.
 
3.   Riconciliazione
Il sistema, attraverso appositi alert, provvede a segnalare anomalie e rettifiche da apportare e ogni società provvede alle rettifiche necessarie.
Nelle varie fasi di acquisizione dei dati saranno attive delle funzioni di check per facilitare l’Ente capofila e le società partecipate/controllate nel corretto inserimento del dato, secondo le regole tecniche stabilite dalla normativa.
 
4.   Consolidamento e chiusura
Il sistema permette il download di un file Excel contenente l’aggregato definitivo e una proposizione del DARE e AVERE aggregato.
Una volta completato il corretto popolamento delle varie voci del bilancio, l’Ente capofila potrà salvare e generare il file excel finale. Il sistema acquisisce il consolidato definito, lo storicizza e ne permette la stampa secondo il formato standard.
Il documento potrà essere inviato ad un consulente economico per poter procedere alla realizzazione del bilancio consolidato.
Sarà data la possibilità di poter importare nell’applicativo il bilancio consolidato prodotto al fine di avere uno storico dei consolidati negli esercizi successivi.

NORMATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO – Principali riferimenti normativi

Il bilancio consolidato è un documento consuntivo di esercizio che rappresenta la situazione economica, patrimoniale e finanziaria di un gruppo di imprese, elaborato dalla società posta al vertice.

Nel contesto degli enti locali il soggetto al vertice è rappresentato dall’ente locale capogruppo, mentre gli altri soggetti corrispondono agli organismi controllati o partecipati dall’ente locale, su cui quest’ultimo esercita un potere di influenza o di controllo significativo.
L’introduzione e l’obbligo di predisposizione del bilancio consolidato da parte degli enti locali rientra nel percorso di armonizzazione contabile avviato con la Legge 42/2009.
Il bilancio consolidato è stato inoltre ricompreso tra gli strumenti attraverso cui si esercita il controllo sugli organismi partecipati.

Il decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in materia di “armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42″, dispone che a partire dal 2016 tutti gli enti locali erano tenuti a predisporre il bilancio consolidato riferito alla situazione del gruppo al 31 dicembre 2015.

L’obbligo decorre a partire dal 2017 per gli enti che si sono avvalsi della facoltà di cui al comma 4 art. 11bis del D.Lgs n.118/2009.

Legge 5 maggio 2009, n. 42 (leggi su Normattiva)

Decreto Legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (leggi su Normattiva)

Decreto Legislativo 10 agosto 2014, n. 126 (leggi su Normattiva)

AnciteLive

Ancitel

Giornale dei Comuni

Comuniverso

Polizie Locali